sabato 16.12.2017
caricamento meteo
Sections

Beni culturali

Cosa fa la Regione

La Regione Emilia-Romagna ha affidato l'attività di ricerca e valorizzazione dei beni culturali dell'Emilia-Romagna all'Istituto per i beni artistici, culturali e naturali (IBACN o IBC). L'IBC è nato nel 1974 come strumento della programmazione regionale e organo di consulenza degli enti locali nel settore dei beni culturali. Dal 1983 fa parte dell’Istituto la Soprintendenza regionale per i beni librari e documentari che gestisce gli interventi per le biblioteche e gli archivi storici.
Nel 1995 l’IBC è stato riordinato e rinnovato sulla base di una nuova legge regionale (n.29) in cui si ribadisce il suo ruolo di “organo tecnicoscientifico e strumento della programmazione della Regione Emilia-Romagna nel settore dei beni artistici, culturali e naturali”. Come tale, l’Istituto “promuove e svolge attività conoscitiva ed operativa, di indagine e di ricerca, per la valorizzazione ed il restauro del patrimonio storico e artistico, per la tutela, la valorizzazione e la conservazione dei centri storici, per lo svolgimento di ogni funzione relativa ai beni artistici, culturali e naturali, prestando in tali campi la propria consulenza alla Regione e agli Enti locali” ed “esercita altresì, nell’ambito della legge, della programmazione regionale e degli atti di indirizzo regionali, le funzioni amministrative di competenza regionale relative alla materia ‘musei e biblioteche di enti locali’”. Tali funzioni sono state riorganizzate dalla LR 18/2000 "Norme in materia di biblioteche, archivi storici, musei e beni culturali”.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/03/2012 — ultima modifica 23/03/2012
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it