lunedì 11.12.2017
caricamento meteo
Sections

The Culture of Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: culture of food and, definitely, culture. Part 3

The territory of Emilia-Romagna is known world-wide for the quality of its food, but also for the quality of its cultural production. On the occasion of the 2nd Annual Italian Cusine Week in the World, many cultural events narrate these two virtuous traditions. Part 3 – Music and food and other fine arts from a particular point of view
Emilia-Romagna: culture of food and, definitely, culture. Part 3

"Neola" - Arago Design

Musica e cibo e altre arti visti da una prospettiva particolare

La mostra “Il gusto della musica”, realizzata da Assessorato Cultura e Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, esplora il rapporto tra musica e cibo in quattro personaggi particolarmente significativi per l’Emilia-Romagna: Verdi, scontroso amante del risotto e della vita in campagna; Rossini, buongustaio appassionato in viaggio tra Pesaro, Bologna e Parigi; Toscanini, direttore d’orchestra parmigiano e globale, di cui si celebra quest’anno il 150° anniversario della nascita; Mozart, di passaggio a Bologna per lavoro, ma attratto dalle dolcezze non solo gastronomiche di una estate in villa.
L’esposizione nasce sulla base del libro “Cucina all’Opera. Musica e cibo in Emilia-Romagna” di Giancarlo Fre, architetto, gastronomo e apprezzato animatore di un blog di cucina dal titolo “il gastronomo educato”.Nel volume, già tradotto in inglese e in turco, si intrecciano le vicende biografiche e professionali di musicisti, compositori, interpreti, le loro ricette preferite, la loro passione per una terra, l’Emilia-Romagna, ricca di sapori e profumi.
La mostra fa da cornice a Pechino a tutti gli eventi organizzati dall’Istituto Italiano di Cultura per la Seconda Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

Anche lo spettacolo teatrale “Aemilia-RoMagna (Per quella Via che sfoglia racconti d’impasti e di ripieni)” , in scena a Città del Messico, è un omaggio alla ricchezza della cultura gastronomica emiliano-romagnola.
In tutta Italia si possono incontrare moltissime varianti di una stessa ricetta, e in particolare in Emilia-Romagna, dove ad esempio la pasta ripiena, in meno di 300 km, riesce ad offrire tantissime soluzioni, difficili da contare proprio per la capillarità della cultura legata al cibo, capace di differenziarsi persino da una famiglia all’altra.
Lo spettacolo, di e con Matteo Belli, prodotto da Ca’ Rossa/Centro Teatrale per l’Oralità in collaborazione con Assessorato Agricoltura della Regione, presenta personaggi, voci, caratteri passando dalla narrazione favolistica alla ricostruzione storica, in un trittico di monologhi teatrali dedicato a tre delle paste ripiene più rappresentative della gastronomia emiliano-romagnola: i cappelletti, il tortellino e i tortelli.

Infine, a Vienna, è allestita la mostra “Il design è nutriente”, realizzata da Open Design Italia, piattaforma indipendente per l’incubazione e promozione della creatività, con il sostegno dell’Assessorato Cultura.
Si tratta di un design di piccola serie, dall'alto valore narrativo, che evidenzia il gusto, le tradizioni e la progettualità interpretandoli attraverso nuove declinazioni. Partecipano alla mostra quei lavori che, attraverso un concorso internazionale, hanno espresso al meglio il Gusto del Saper Fare italiano nelle sue diverse declinazioni, e dimostrano come il talento riesca a rileggere in chiave contemporanea materiali e simboli della cultura del Made in Italy, compresi gli oggetti e gli accessori per la tavola.

 

 

Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/11/2017 — ultima modifica 22/11/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it