lunedì 11.12.2017
caricamento meteo
Sections

Promozione all'estero - Cultura d'Europa

Dal 10/12/2011 al 12/02/2012 Giappone, la Cooperativa Giannino Stoppani presenta la mostra “Guerrino Tramonti, the Magician of Color Raised in Faenza, Italy: a Retrospective"

Prosegue la retrospettiva dedicata al ceramista faentino Guerrino Tramonti in Giappone. Dopo la prima tappa al Museo Nazionale d´Arte Moderna di Tokyo la mostra dal 10 dicembre al 12 febbraio 2012 verrà trasferita all´Hagi Uragami Museum di Hagi. Un lungo percorso antologico che terminerà il 29 luglio del 2012 e toccherà altri 2 musei giapponesi: l´Otani Memorial Art Museum di Nishinomiya (7 aprile-27 maggio) e il Seto City Art Museum di Seto (9 giugno-29 luglio).

Guerrino Tramonti, the Magician of Color Raised in Faenza, Italy: A Retrospective” il titolo della retrospettiva che presenta l´intera opera di uno dei più importanti ceramisti del Novecento verrà presentata ad Hagi da Marco Tramonti, figlio del ceramista e direttore della Fondazione Guerrino Tramonti 

In mostra 150 lavori rappresentativi della sua poetica, tra sculture, dipinti e ceramiche che esprimono il talento e la visione del mondo di questo artista: un´immensa varietà di forme, di colori e un sublime mondo espressivo creato da un’originale sensibilità cromatica applicata anche nei dipinti ad olio su tavola.

Nel suo stile eclettico e nell´ispirazione profonda che anima ogni sua opera, afferma Josune Ruiz de Infante, nel testo critico del catalogo della mostra, non è difficile afferrare qualche affinità con lo spirito giapponese: “l´apprezzamento della materia e la sua espressione nell´arte trova riscontro nell´universo di forme espressive che ne esaltano le qualità; fondamentali sono pure la ritualizzazione dei gesti quotidiani, l´interesse per la grafica e per il gesto calligrafico. Come nell´arte nipponica, per lui è essenziale la ricerca dei materiali, della materialità degli oggetti, e delle forme del design. D´altra parte, la smisurata passione per il decorativismo dell´oggetto, sconfinante nell´ambiente architettonico, oltre alla predilezione di tinte piatte e squillanti che definiscono il disegno sintetico della sua pittura, potrebbero avvicinare le immagini più tipiche del ceramista all´estetica Superflat.”

La mostra

Il periodo iniziale, risalente agli anni Trenta e Quaranta, è presentato nella mostra dalle sculture in terracotta di influenza martiniana. Come testimonianza della sua opera pittorica, sono presenti diversi dipinti ad olio del “periodo veneziano” eseguiti tra il 1945 e il 1948, caratterizzati dall´estetica post-metafisica, mentre la seconda fase della sua pittura è delineata da numerosi dipinti “materici” in olio su tavola realizzati tra la fine degli anni Sessanta e il 1992.

Le opere in ceramica smaltata in policromia degli anni Cinquanta sono caratterizzate, invece, da una grande intensità cromatica e dalla straordinaria qualità dei rivestimenti, che danno vita a immagini eccezionalmente nitide e poetiche. In mostra sono inoltre presenti numerosi dischi decorativi eseguiti con la tecnica dell´invetriatura a grosso spessore, “inventata” dall´artista nel 1953, che contraddistinguono il suo stile più peculiare. Durante il percorso espositivo possono essere anche ammirate le opere ceramiche che rendevano particolarmente orgoglioso Tramonti: le sue “porcellane” ispirate ai materiali e alle tecniche della ceramica di Cina, Corea e Giappone, frutto delle sue ricerche “alchemiche” degli anni Sessanta.

L´evento si inserisce nell´ambito della rassegna “Italia in Giappone 2011”, un ambizioso progetto organizzato dal Ministero degli Affari Esteri italiano e dalla Fondazione Italia Giappone, che intende far conoscere alla popolazione nipponica l´eccellenza italiana, attraverso una serie di eventi culturali, tra i quali la mostra di Guerrino Tramonti. “Italia in Giappone 2011” nasce, secondo il Ministro degli Esteri del Giappone Takeaki Matsumoto, dalla consapevolezza che entrambi i paesi hanno molti punti di contatto, come la propensione verso l’arte, la moda, la cultura gastronomica e il turismo. Nella presentazione del progetto, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha sottolineato che l´iniziativa è “un’ulteriore occasione per accompagnare la piena rinascita del Giappone e il pronto superamento delle conseguenze materiali della terribile vicenda che ha colpito il paese nel marzo 2011”.

La mostra è organizzata in collaborazione con la Fondazione Guerrino Tramonti e il Comune di Faenza.

In occasione della grande retrospettiva è stato pubblicato un catalogo presentato da Masahiro Karasawa, curatore della Galleria Nazionale d´Arte Moderna di Tokyo, con un saggio critico di Josune Ruiz de Infante, curatrice dell´archivio della Fondazione Tramonti.

Organizzazione
The National Museum of Modern Art, Tokyo
Comune di Faenza
Fondazione Guerrino Tramonti
NNHK Promotions Inc.
con il contributo del Centro Vinicolo Cooperativo Romagnolo -CEVICO-

Patrocini
Alto Patronato del Presidente Della Repubblica
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministero degli Affari Esteri
Ministero per lo Sviluppo Economico
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Provincia di Ravenna
Camera di Commercio di Ravenna
Fondazione Italia Giappone
Ambasciata Italiana in Giappone
Istituto di Cultura Italiana a Tokyo e Kyoto
Ministero degli Affari Esteri
Ministero dell’Economia, dell’Industria e del Commercio
Ministero dell’Educazione, Cultura, Sport, Scienze e Tecnologia
Japan External Trade Organization
Nippon Keidanren

Info
Fondazione Guerrino Tramonti
Via F.lli Rosselli n. 8, Faenza
Tel +39 392.3011196 – Fax +39 0546.635021
museo@tramontiguerrino.it
www.tramontiguerrino.it


Azioni sul documento
Pubblicato il 16/03/2012 — ultima modifica 20/08/2012
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it