lunedì 18.12.2017
caricamento meteo
Sections

Promozione all'estero - Cultura d'Europa

Malta – “I dolori del giovane Verdi” raccontati dalla Banda Giovanile John Lennon

Una insolita lettura della vita di Giuseppe Verdi e dell'opera italiana dentro la storia che ha costruito l'identità nazionale. A Victoria-Cittadella, l’11 luglio

Scritta da Patrizio Bianchi, professore ordinario di Economia applicata e Assessore a politiche europee, scuola, formazione professionale, università, ricerca, lavoro della Regione Emilia-Romagna, “I dolori del giovane Verdi” è la seconda parte di un'opera che legge la vita di Giuseppe Verdi e dell'opera italiana dentro la storia che costruito la nostra identità nazionale nel bene e nel male.
Un testo teatrale da leggere ad alta voce con un accompagnamento musicale che diviene esso stesso attore principale di questa narrazione, ripreso e ridisegnato dopo l'incontro con la Banda Giovanile John Lennon, diretta dal maestro Mirco Besutti, in occasione dei giorni del terremoto che ha profondamente ferito l'Emilia Romagna nel maggio 2012.

“I dolori del giovane Verdi” racconta di un giovane ragazzo, conscio di sé, che scrive, studia e vive nell'Italia della Restaurazione, dopo la sconfitta di Napoleone.
Verdi cresce fuori da ogni Accademia, se pure con buoni maestri, e quando arriva a Milano, il Conservatorio che porta oggi il suo nome, lo lascio fuori dalla porta perché ormai era troppo vecchio e selvatico.

Ma poi, passando attraverso il più crudele dei dolori - la morte della moglie e dei figli - e i diversi fallimenti professionali, Verdi crea "Nabucco", un'opera selvatica fuori da ogni accademismo e da ogni fronzolo stilistico.
Il popolo è il protagonista dell’opera, la prima che esprime la vera forza innovatrice di Giuseppe Verdi: la straordinaria esaltazione delle due figure escluse dal mondo antico, l'individuo e il popolo.

Verdi l'innovatore, lo sperimentatore, anche quando sarà diventato il Grande Vecchio della cultura italiana, sarà ancora un uomo che cerca, che studia, che prova e che pretende da sé qualcosa di più.

La storia è divisa in sette capitoli:

“Verdi a Le Roncole”, con brani da: Traviata, Tancredi di Rossini, Norma di Bellini
“Verdi a Busseto”, con brani da: Norma di Bellini, Il Barbiere di Siviglia di Rossini
“Alla scoperta del mondo nuovo”, con brani da: Werther di Massenet, Lucia di Lammermoor di Donizetti
“Il teatro nell'Italia del primo Ottocento”, con brani da Rossini
“Delusioni e dolori”, con brani da: Oberto, Un giorno di regno
“Il destino gira”, con brani da: Mosè in Egitto di Rossini, Nabucco, Rigoletto
“Verdi, uno stile nuovo”, con brani da Nabucco.

La Banda Giovanile John Lennon è diretta dal maestro Mirco Besutti, direttore della Fondazione Scuola di Musica "Carlo e Guglielmo Andreoli".

Il progetto vedo lo scambio con la banda locale di Victoria, Gozo, che sarà ospite in Italia, a Mirandola, dal 13 al 19 settembre.

 

 

Fondazione Scuola di Musica "Carlo e Guglielmo Andreoli"

Azioni sul documento
Pubblicato il 06/07/2017 — ultima modifica 06/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it