lunedì 18.12.2017
caricamento meteo
Sections

"Due di noi" di Michael Frayn - in regione, 21 dicembre-5 febbraio

E' in Emilia-Romagna per una serie di recite lo spettacolo "Due di noi" di Michael Frayn, allestito con la regia di Leo Muscato e interpretato da Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi. Sotto il titolo "Due di noi" è racchiuso in realtà un insieme di tre atti unici, concepiti per essere recitati da un’unica coppia d’attori alle prese con tre emblematiche e paradossali situazioni matrimoniali.
"Due di noi" di Michael Frayn - in regione, 21 dicembre-5 febbraio

Lunetta Savino

Nella prima, dal titolo "Nero e Argento", marito e moglie, coi nervi logorati da un pargoletto insonne e urlante, rivivono teneramente, ma con una punta di amarezza, la loro luna di miele rivisitando, in vacanza, la stessa camera d'albergo di Venezia in cui avevano alloggiato nel loro viaggio di nozze.

Nella seconda ("Mr. Zampa"), la comunicazione di coppia è praticamente azzerata: la moglie vi sopperisce attraverso un dialogo surreale col piede del marito, l’unica parte del suo corpo che pare tradirne qualche sprazzo emotivo, ad onta della sua ostentata, glaciale indifferenza.

L’ultima situazione ("I Cinesi") consiste in un vero e proprio virtuosismo drammaturgico e attoriale: marito e moglie si ritrovano a dover gestire una cena alla quale, per errore, hanno invitato sia una coppia di amici, da poco separati, sia il nuovo boyfriend di lei. Qui il meccanismo comico, spinto al limite della farsa, è potenziato dal fatto che gli stessi due attori, grazie ad un diabolico meccanismo di entrate, uscite e travestimenti, si trovano ad interpretare ben cinque ruoli diversi, dando vita ad un vorticoso crescendo di equivoci fino al paradosso finale.

"Due di noi" è un fuoco di fila di trovate, di battute apparentemente incongruenti, riunite attorno, in tutti e tre i casi, a un’invenzione drammaturgica che ha per protagonista una coppia, colta in situazioni-limite (comiche, surreali o addirittura inquietanti), ma sempre di irresistibile comicità. Quello che conta, in questo autore (sono suoi anche "Rumori fuori scena" e "Copenaghen"), infatti, è il modo in cui si sviluppano situazioni banali, alle quali Frayn è in grado di applicare una carica forsennata, grazie a un’invidiabile capacità di giostrare l’ironia con l’allarme e con il nonsense, riuscendo a coinvolgerci in un micidiale meccanismo a orologeria. 

Lo spettacolo viene presentato al Teatro Goldoni di Bagnacavallo il 21 dicembre, e in seguito al Comunale di Cervia (22 e 23), al Dragoni di Meldola (3 gennaio) e al Comunale di Carpi (3-5 febbraio).

Info: Accademia Perduta 0546 21306 - Carpi 059 649264

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/12/2011 — ultima modifica 21/12/2011
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it