lunedì 15.09.2014
caricamento meteo
Sections

Dai Dinosauri ai Giganti dell’Era Glaciale

Scienza e arte riportano in vita i dominatori di un mondo perduto. A San Lazzaro di Savena (Bo) fino al 4 novembre 2012

Da sempre i dinosauri, e più in generale le creature preistoriche, occupano un posto speciale nell'immaginario collettivo e con il loro aspetto e le spesso eccezionali dimensioni suscitano una curiosità e una meraviglia inesauribili in un pubblico di ogni età e formazione culturale.
Dal 2 agosto, apertura della storica Fiera, al 4 novembre 2012, un lembo del territorio di San Lazzaro (Bo) precipita magicamente nella più antica preistoria, quando i veri dominatori del pianeta erano le gigantesche creature che hanno popolato la Terra in un passato remotissimo, milioni e milioni di anni prima della comparsa dell'uomo.
dino3.jpgCon un allestimento spettacolare, articolato su una superficie di circa 2.500 mq nel cuore del Parco della Resistenza, in contiguità con il Museo della Preistoria "Luigi Donini", la mostra sviluppa infatti il tema dei dinosauri e altri animali preistorici da un punto di vista inedito e particolarmente accattivante, attraverso l'esposizione di realistiche ricostruzioni a grandezza naturale, alcune delle quali di dimensioni colossali, inserite in suggestive scenografie che rivisitano i paleoambienti succedutisi nelle ere del Carbonifero.
Il taglio scelto per l'impostazione della mostra rappresenta una novità nel panorama delle esposizioni a tema preistorico: il visitatore non è infatti un semplice osservatore esterno, ma viene accompagnato "dietro le quinte" per scoprirne i segreti, osservare tutte le fasi di progettazione e realizzazione dei modelli iperrealistici, capire come questi straordinari esseri riprendano sorprendentemente vita. Nello stesso tempo,  viene guidato a conoscere il mestiere del paleontologo e quello dei molti altri professionisti - gli artisti - che, nonostante il loro insostituibile apporto, non hanno quasi mai visibilità.

dinosauro4Anticipata da una breve panoramica sulla storia della vita sulla Terra, l'esposizione ha il suo punto forte nelle 30 ricostruzioni di dinosauri, fra i quali non si possono non ricordare il Diplodocus, il Parasaurolophus, lo Stegosaurus, il Tyrannosaurus rex, ma anche il dinosauro "nazionale": lo Scipionys samniticus, meglio noto come "Ciro".

L'evento, di rilevanza regionale, promosso dall'Assessorato alla Qualità Socio-Culturale in collaborazione con il Museo della Preistoria "Luigi Donini"e l'IBC, è frutto dell'impegno di prestigiosi partner che da anni lavorano in ambito nazionale nel campo della divulgazione scientifica: la Geomodel, laboratorio specializzato in ricostruzioni paleontologiche e antropologiche, e i paleontologi Simone Maganuco e Stefania Nosotti, ricercatori associati al Museo di Storia Naturale di Milano, curatori degli aspetti scientifici dell'esposizione.

Con il marchio "Dinosauri in carne e ossa", organizzatore della manifestazione è l'A.P.P.I - Associazione Paleontologica  Parmense Italiana, impegnata da sempre nel promuovere la cultura della paleontologia e nel creare opportunità di incontro tra i cittadini e gli "addetti ai lavori" (paleontologi e artisti) attraverso l'organizzazione di mostre, manifestazioni ed eventi che coinvolgono persone di ogni età e di ogni estrazione socio-culturale.

In concomitanza con la mostra è prevista una ricca serie di eventi culturali collaterali: conferenze divulgative, giornate con iniziative speciali, laboratori di paleontologia e percorsi a tema. Particolare attenzione viene riservata all'aspetto didattico. Le accurate informazioni che accompagnano l'esposizione e una serie di visite guidate calibrate sui diversi programmi scolastici e fasce d'età dei piccoli visitatori consentono di fruire del percorso con differenti chiavi di lettura e livelli di approfondimento.

Grazie alla stretta vicinanza con il Museo della Preistoria, il percorso si integra e si completa con il Preistopark, un parco tematico dedicato alle grandi faune estinte dell'ultimo Glaciale, realizzato nel 2008 con i contributi della legge 18/2000 nell'ambito di un progetto congiunto fra il Comune di S. Lazzaro di Savena - Assessorato alla Qualità Socio-Culturale e l'IBC. 

Oltre alle ricostruzioni tridimensionali a grandezza naturale di Mammuthus primigenius, Coelodonta antiquitatis, Panthera leo e Ursus spelaeus, anch'essi testimoni di un'era lontana e inimmaginabile, entrando  nelle sale museali il visitatore viene poi invitato ad avvicinarsi a modelli veristici, scenari ambientali e tranches de vie dei nostri più lontani progenitori, dall'Australopithecus afarensis all'Homo sapiens sapiens, compiendo così un incredibile viaggio a ritroso nel tempo che ha inizio oltre 200 milioni di anni fa e arriva sino al momento dell'affermazione dell'Uomo moderno.

Scarica il poster della mostra

Info pratiche:

S. Lazzaro di Savena
Parco della Resistenza
Museo della Preistoria "L. Donini"
via F.lli Canova 49
2 agosto - 4 novembre 2012

Orari di apertura:
Agosto- Settembre
lunedì - venerdì
16.00 - 19.00
sabato - domenica 
09.00 - 19.00
Apertura al mattino su prenotazione
Ottobre-Novembre
lunedì - domenica
09.00- 17.00

Segreteria del Museo:
museodonini@libero.it
tel. 051 46 51 32
Prenotazioni mostra:
cell. 366 6135564

Links:

Museo della Preistoria "Luigi Donini"
Per saperne di più sul Preistopark
A.P.P.I - Associazione Paleontologica Parmense Italiana
Geomodel 



Azioni sul documento
Pubblicato il 24/07/2012 — ultima modifica 08/05/2013
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it