sabato 20.12.2014
caricamento meteo
Sections

Il grande burattinaio Teodor Borisov a Bologna - 5-8 marzo

Nell’ambito di “La Soffitta 2012” si svolge il progetto dal titolo “Microdrammaturgie - Il baule errante di Teodor Borisov".

E’ l’incontro col complesso mondo di un grande maestro del teatro dei burattini, quello in programma a Bologna, nell’ambito di “La Soffitta 2012”, dal 5 all’8 marzo. E’ un progetto dal titolo “Microdrammaturgie - Il baule errante di Teodor Borisov" ed è curato da Giovanni Azzaroni.

Drammaturgia in formato minimo, quindi: un vero “teatro in scatola”, che, da vera eredità dei Comici dell’arte, si trasporta in un baule.

Scendendo lungo la riviera adriatica, nei luoghi più affollati di bambini, non si può non incontrare questo animatore speciale, alle prese col suo teatrino viaggiante nel quale prendono vita marionette mai viste, dai tratti irreali, deformate come ectoplasmi: sono bambole inquietanti, ma capaci di suscitare l’emozione e l’affetto di chi le guarda. Sono resti di un’umanità sopravvissuta, che piange per un fiore morto, tra l’assolo del cigno classico e una danza araba, oppure che medita sul tempo fuggente mentre si dibatte nella drammatica scelta tra due frutti.

Teodor Borisov incarna il modello di un performer-burattinaio che non si nasconde dietro la facciata di un teatrino fittizio, ma che si mostra integralmente, agente e insieme interlocutore di burattini impertinenti, cui parla col suo semplice sguardo, affidando loro il suo pensiero vivificante.

Teodor Borisov si è formato tra il 2002 e il 2006 all’Accademia Nazionale di Teatro e di Cinema di Sofia, conseguendo, nel 2006, la laurea di Attore e regista per teatro di marionette. Dopo aver firmato il suo primo spettacolo, Storie e meraviglie, nel 2006, lo ha portato nei più importanti festival di teatro di figura per più di duemila repliche. Nel biennio 2007-2008 collabora ai progetti di decentramento del Teatro La Fenice di Venezia con Domenico Cardone, realizzando lo spettacolo di marionette Due viaggi di Gulliver tra isole e musiche, per sessantadue repliche e seimila biglietti venduti. Nel 2011 è stato chiamato dal Teatro Nazionale bulgaro “Ivan Vazov” a Sofia, che per la prima volta dalla fondazione nel 1904 ospita un artista di marionette per un progetto pluriennale. Dal 2004 svolge workshop presso il villaggio SOS-Kinderdorf a Caldonazzo.

Le giornate che gli dedica “La Soffitta” si aprono con un seminario a numero chiuso dal 5 al 7 marzo, mentre gli spettacoli in programma, ai Laboratori DMS, sono “City of Clowns”, il 7 marzo alle ore 21, seguito da “Storie e meraviglie”, e, il giorno seguente, “I ciechi”, presentato in prima assoluta. Questo lavoro, un “microteatro” di marionette, è tratto dall’omonima opera di Maurice Maeterlink, e vede Borisov nella veste di “oprante”, mentre il concept e la drammaturgia sono di Zlatka Vaceva. Sotto un cielo stellato, in una foresta del nord, dodici ciechi (sei uomini e sei donne), abbandonati a loro stessi, cercano di trovare le coordinate per situarsi nel tempo e nello spazio, relazionandosi gli uni agli altri in una continua interrogazione che finisce per confermarli nella loro sostanziale estraneità. In un crescendo emotivo e ansiogeno, segnato da insoliti rumori e da indecifrabili segnali, i compagni scoprono il cadavere del prete che li aveva scortati fin lì. Ma i loro animi, carichi di fede e di speranza , non si piegano neanche davanti a questa terribile rivelazione. Fino alla fine.

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/03/2012 — ultima modifica 05/03/2012
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it