sabato 16.12.2017
caricamento meteo
Sections

ComunInAzione: spettacolo a Carpi per concludere "Beni Comuni"

Il 20 dicembre una grande festa collettiva per il progetto del Mibact nelle zone terremotate dell'Emilia-Romagna
ComunInAzione: spettacolo a Carpi per concludere "Beni Comuni"

Vertigo di Aterballetto (foto di A. Anceschi)

Una grande festa nel centro di Carpi per salutare i due mesi di attività di Beni Comuni, progetto selezionato dal Ministero delle attività culturali e del turismo in seguito a un bando sullo spettacolo dal vivo, che ha affiancato così il già consolidato Scena solidale nel rinsaldare e ricostruire le identità delle comunità minacciate dal terremoto del 2012 attraverso la partecipazione attiva alla costruzione di eventi artistici, che abbiano come orizzonte primario il senso della condivisione e dello stare in comune.

Promosso dal Comune di Carpi, in collaborazione con Ert e Ater, e partito ufficialmente il 18 ottobre scorso, il progetto ha coinvolto undici Comuni del cratere sismico (Campogalliano, Carpi, Cavezzo, Cento, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Mirandola, Novi di Modena, San Felice sul Panaro, San Possidonio, Soliera), con oltre cinquanta iniziative culturali, tra cui due atelier (grandi eventi teatrali collettivi), una decina di laboratori teatrali, musicali e di danza per adulti e studenti, sei mises en espaces e circa quaranta letture presso scuole e biblioteche, con la direzione artistica di Claudio Longhi.

Il 20 dicembre il cerchio si chiuderà con ComunInAzione, con un caleidoscopio di iniziative: una parata, laboratori, un gioco urbano, danze verticali, un atelier con circa 200 partecipanti ed esibizioni di danza.
Si comincerà alle 11.30 quando, da corso Alberto Pio, partirà Fiesta, uno spettacolo itinerante a cura del Teatro Due Mondi che trasformerà il centro storico nella scenografia teatrale di una festa di ambiente sudamericano nell’ambito della quale agli spettatori sarà consentito seguire un'allegra e fantasiosa parata, meravigliandosi i suoi protagonisti dai volti di cartapesta alti tre metri e più.

Nel primo pomeriggio sarà poi la volta dei Labori-Comuni, ovvero degli esiti dei laboratori – tra i quali ricordiamo quelli relativi alla danza, condotti a Carpi e Cento da Arturo Cannistrà, responsabile di Aterballetto per le attività formative e i progetti speciali - svolti con i cittadini dei territori toccati dal progetto. Una carrellata di corti teatrali, divisa tra l’Auditorium della Biblioteca Loria e l’Auditorium San Rocco a partire dalle ore 15.00 – ogni esito avrà durata di 15 minuti – fino alle ore 16.15 per raccontare, ad esempio, la mutevole idea dell’abitare nel ricordo di generazioni di differenti carpigiani, così come l’immagine che una comunità, quella di Novi, ha costruito di sé. L’energia sarà poi oggetto del racconto dei cittadini di Concordia, mentre una favola d’acqua e ranocchi sarà donata al pubblico dai bambini di Massa Finalese. Un pomeriggio, dunque, in cui ad essere protagonisti saranno memoria, speranze, timori, presente e futuro dei Comuni coinvolti nel progetto così come emersi, grazie al teatro, a due anni da sisma che tante certezze ha sgretolato.

La Compagnia Cafelulé
La Compagnia Cafelulé
Alle ore 17.00 il Gruppo di Lavoro Beni Comuni e Castello dei Ragazzi organizzeranno QuizBeniComuni, spettacolare edizione di gioco urbano per grandi e piccini animato da attori e musicisti, e nell’ambito del quale ogni torre, torrione, salone e castello e teatro sarà la chiave di volta per risolvere misteri, rebus, giochi di abilità: per provare a fare, disfare e rifare la realtà attraverso il potere meraviglioso e infinitamente creativo della parola (prenotazione all’indirizzo info@progettobenicomuni.it indicando nell’oggetto della mail: Gioco urbano).

Piazza Martiri, alle 18.45, diventerà teatro di un grande spettacolo urbano con Philopolis, la fiaba urbana realizzata appositamente per l'occasione dalla Compagnia di danza aerea Cafelulé: chilometri di filo rosso, performers aerei, una bicicletta volante, 50 metri di proiezione e la città protagonista con le sue persone e il suo coro.

Il gran finale alle 21 presso il Teatro Comunale, con ComunItalia, l'appuntamento che, sul palcoscenico, vedrà succedersi, insieme agli attori professionisti del Gruppo di Lavoro Beni Comuni che hanno seguito l'intero progetto sin dal suo esordio, anche i 200 cittadini partecipanti all’atelier, guidati dal direttore artistico Claudio Longhi, i danzatori di Aterballetto Hektor Budlla e Martina Forioso con la performance Vertigo e, per finire, i 40 giovani danzatori che hanno preso parte ai laboratori Space/Il lento risveglio condotti da Arturo Cannistrà.

A Roberto Giovanardi, direttore generale di Ater, il compito di raccontare i due mesi di attività di Beni Comuni

(ascolta l'intervista

 

Il sito di Beni Comuni

Ascolta "Beni Comuni e la ricostruzione della cultura"

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/12/2014 — ultima modifica 15/12/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it