mercoledì 20.09.2017
caricamento meteo
Sections

Il 5 maggio, a Ravenna, la serata finale del progetto “Pazzi di Jazz”

250 giovanissimi diretti da Tommaso Vittorini, Ambrogio Sparagna, Alien Dee e Paolo Fresu in un omaggio a Frank Sinatra
Il 5 maggio, a Ravenna, la serata finale del progetto “Pazzi di Jazz”

Pazzi di Jazz

Dopo gli esaltanti numeri della precedente edizione, con oltre 4.000 spettatori, torna per il secondo anno il concerto a ingresso gratuito “Pazzi di Jazz” Young Project, che si svolge martedì 5 maggio, alle 21:00, nella spettacolare scenografia del palcoscenico galleggiante allestito sul Canale Corsini “Candiano” (Darsena di Città). Una produzione originale, realizzata nell’ambito di Ravenna Jazz, della quale sono protagonisti 250 giovanissimi musicisti tra orchestra, percussioni e cori: studenti delle scuole ravennati che hanno preso parte all’iniziativa didattica “Pazzi di Jazz”.

Orchestra dei Giovani, Orchestra di Percussioni, Coro Swing Kids e Coro Teen Voices si esibiscono in “Fly Me To The Moon”, omaggio a  Frank Sinatra nel centenario della nascita. A dirigere questo ensemble di nuove leve del jazz ci sono Tommaso Vittorini, Ambrogio Sparagna e Alien Dee e una special guest del calibro di Paolo Fresu alla tromba.

ambrogio sparagna
Ambrogio Sparagna
Il progetto “Pazzi di Jazz” prosegue quindi sulla scia della felice esperienza del 2014, mantenendone i principi ispiratori: portare il jazz dentro le scuole, avvicinando le giovanissime generazioni a questa forma d’arte e coinvolgendole attivamente in incontri e laboratori condotti dagli stessi artisti che hanno formato la squadra originaria dello scorso anno: Tommaso Vittorini, celebre compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra, da anni residente a New York; il trombettista Paolo Fresu, jazzista italiano tra i più famosi e amati nel mondo; Ambrogio Sparagna, etnomusicologo, studioso della tradizione, polistrumentista e in particolare superbo organettista.

La serata, intitolata “Fly Me to the Moon” in omaggio a Frank Sinatra nel centenario della nascita, è inserita nel calendario 2015 dello storico festival “Ravenna Jazz” ed è dedicata al suo fondatore, Carlo Bubani. Ai tre artisti già menzionati si affiancano in questa edizione altre due eminenti figure: il noto critico, docente e musicologo Francesco Martinelli e il giovane e pluripremiato rapper-beatboxer italiano Alien Dee.

Fresu
Paolo Fresu (foto di Elio Guidi)
Tutti gli artisti-maestri che hanno condotto i laboratori con gli studenti a partire dallo scorso gennaio sono anche quest’anno special guests dello spettacolo conclusivo e saliranno sul palco per esibirsi assieme ai propri giovanissimi allievi.

Mentre nel 2014 il concerto finale si è tenuto nella centralissima Piazza del Popolo, il 5 maggio 2015 è invece ospitato sul bellissimo Palco Palinuro, alla Darsena di Città, che in questo periodo dell’anno diventa il cuore di Ravenna, pulsante di attività e di migliaia di visitatori. Proprio in questi giorni infatti, in occasione del XIX Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia, verrà allestito sull’acqua del Canale Corsini “Candiano” un grande palcoscenico, alle cui spalle sarà ormeggiata l’imponente Palinuro, storica e magnifica nave goletta della Marina Militare, che farà da magica scenografia.

Filo conduttore del progetto 2015 è la luna: Tommaso Vittorini arrangia brani famosi del repertorio jazzistico in tema (da Fly me to the Moon a That’s Amore…) per l’imponente organico di 200 ragazzi composto dall’Orchestra dei Giovani della Scuola Media Don Minzoni, dall’Orchestra di Percussioni della Scuola Media Ricci-Muratori e dal coro Swing Kids della Scuola Primaria Mordani. A queste imponenti forze musicali si aggiungerà il coro a cappella Teen Voices, preparato e diretto da Alien Dee, che porterà a 250 il totale dei giovanissimi protagonisti del concerto finale.

Gli istituti coinvolti sono rappresentativi delle varie fasi dell’istruzione scolastica e di conseguenza delle varie fasce generazionali: due scuole elementari (Mordani, Iqbal Masih di Lido Adriano), tre scuole medie (Don Minzoni, Ricci-Muratori, Mario Montanari), quattro istituti superiori (Liceo Classico D. Alighieri, Liceo Artistico P.L. Nervi-G. Severini, Liceo Scientifico A. Oriani, Istituto Tecnico Agrario L. Perdisa), l’Università (Campus di Ravenna).

Il progetto, del tutto gratuito per studenti e scuole, conta sul sostegno del Comune di Ravenna, nonché di altri soggetti pubblici, fondazioni e privati, sensibili nel percepire gli intenti di tale iniziativa, che vuole avvicinare le giovani generazioni all’affascinante mondo creativo del jazz, una musica che è sinonimo di ideale convivenza, solidarietà, interrelazione paritaria, e che costituisce quindi un insuperabile modello educativo.

Anche quest’anno l’iniziativa Pazzi di Jazz ha ricevuto la prestigiosa Medaglia del Presidente della Repubblica e ha inoltre ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che si aggiunge a quelli del Comune di Ravenna e dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna/MIUR.

Informazioni

Jazz Network
Via Montelungo, 4 - Ravenna
0544 405666 - ejn@ejn.it - www.pazzidijazz.itwww.crossroads-it.orgwww.erjn.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/04/2015 — ultima modifica 30/04/2015
< archiviato sotto: , , , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it