sabato 22.07.2017
caricamento meteo
Sections

I quarant'anni di Drammatico Vegetale a Ravenna con "Pin'occhio"

Un viaggio giocoso nella bugia creativa con una mostra-spettacolo e una collettiva d'arte alla Biblioteca Classense dall'11 aprile

“Drammatico vegetale”, la storica compagnia di teatro ragazzi fondata da Pietro Fenati con Elvira Mascanzoni ed Ezio Antonelli, con l'organizzazione di William Rossano e Sara Maioli, giunge ai quarant’anni del suo lavoro artistico, un lungo periodo in cui ha prodotto opere teatrali e installazioni interattive in diverse parti d’Italia e del mondo attraverso un singolare intreccio di linguaggi artistici. I suoi spettacoli di teatro di figura e la sue mostre multisensoriali interattive per far incontrare l’arte e la prima infanzia sono opere tra le più interessanti del panorama europeo del settore, in cui è centrale il fattore esperienziale dei piccoli spettatori-fruitori.

Questa occasione viene festeggiata da Drammatico Vegetale con un viaggio giocoso nel mondo della bugia creativa e del teatro di figura, tra tradizione e contemporaneo, con la mostra-spettacolo “Pin’occhio”, per famiglie e scuole con bambini e bambine 
a partire dai tre anni di età, allestita alla Manica Lunga della Biblioteca Classense di Ravenna dall’11 aprile al 9 maggio, prodotta da Ravenna Teatro in collaborazione con la stessa istituzione bibliotecaria ravennate.

Le visite guidate prevedono un percorso interattivo, in compagnia di un narratore/guida che promuove un’interazione tra creatività e valore educativo, attraverso l’incontro giocoso e l’utilizzo dei linguaggi del teatro, della musica, dell’arte plastica e figurativa.

L'uso e l'affinamento dei sensi, la parola narrata ed evocativa, il divertimento a scopo pedagogico rendono ogni produzione materia viva e necessaria, che esige attenzione e confronto.

Il punto di partenza di “Pin’occhio” è naturalmente l’opera di Carlo Collodi.

Nella mostra-spettacolo, ideata da Piero Fenati, Elvira Mascanzoni ed Ezio Antonelli, le attrici Sara Maioli e Jenny Burnazzi sono guide che accompagnano i bambini e le bambine attraverso sette movimenti. I piccoli spettatori attraverseranno i luoghi della fiaba di Collodi vedendo il naso di Pinocchio che si allunga, addentrandosi nella foresta, entrando nel teatrino di Mangiafuoco, finendo nella pancia della balena e anche nella casetta della fata.

Parallelamente a “Pin’occhio”, sarà visitabile “A lume di naso”, un’esposizione collettiva d’arte intorno alla figura di Pinocchio, curata da Ezio Antonelli. Saranno esposte opere di numerosi artisti tra cui Gianpaolo Berto, che fu allievo di Carlo Levi ed intrecciò rapporti con i maggiori artisti dell’epoca, da Giorgio De Chirico a Renato Guttuso. Accanto a Berto saranno le opere di Raffaella Zavalloni, Monica Zani, Simonetta Venturini, Stefano Tedioli, Margherita Tedaldi, Fabrizio Pavolucci, Roberto Papetti, Andrea Mordenti, Claudia Majoli, Sara Maioli, Alice Iaquinta, Fabiana Guerrini, Riccardo Galeati, Pietro Fenati, Nicola Fagnani, Roberto David, Luca D’Antuono, Silvia Casavecchia, Antonio Caranti, Marilena Benini, Antonio Barbadoro, Ezio Antonelli e Luca Mandorlini. Quest’ultimo, oltre ad esporre un’opera di sua creazione, coinvolgerà anche i ragazzi che frequentano la biblioteca Holden, realizzando insieme a loro piccole istallazioni e opere estemporanee.

Il percorso di Drammatico Vegetale/Ravenna Teatro sul Pinocchio è iniziato lo scorso inverno con tre laboratori per ragazzi, intitolati “La Bottega di Mastro Ciliegia”, in cui tre artisti hanno animato e guidato i piccoli partecipanti alla realizzazione di uno speciale Pinocchio, attraverso tre singolari interpretazioni del famoso burattino. I laboratori si sono svolti presso Vulkano, spazio gestito da Drammatico Vegetale e dedicato al teatro e ai ragazzi.

 

Informazioni

Drammatico Vegetale - Ravenna
Tel. 0544 36239 - info@drammaticovegetale.com

 

Link

Biblioteca Classense

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/04/2015 — ultima modifica 24/04/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it