domenica 17.12.2017
caricamento meteo
Sections

Il Furioso di Lenz a Parma dal 16 al 25 giugno

La seconda parte del progetto biennale sull’Orlando Furioso al Festival Natura Dèi Teatri
Il Furioso di Lenz a Parma dal 16 al 25 giugno

Il Furioso - Lenz Fondazione

In occasione del Festival Natura Dèi Teatri, Lenz Fondazione di Parma presenta gli ultimi quattro capitoli scenici – degli otto complessivi – di una ricerca drammaturgica biennale dedicata all’”Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto, il poema cinquecentesco sulla condizione umana diventato un affresco senza tempo del nostro immaginario.

Da giovedì 16 a sabato 18 giugno, e poi ancora la settimana successiva da giovedì 23 a sabato 25 giugno, sempre alle ore 21:00, le reminiscenze di letture ariostesche degli spettatori potranno confrontarsi con l’immaginario performativo di Lenz, in cui l’esperienza delle parole passa attraverso l’esperienza dei corpi e della loro autenticità e i versi del poema vengono miscelati –  secondo una “struttura rizomatica”, per usare il termine di Maria Federica Maestri che cura la regia e l’installazione – con altre tracce di testo, di grande intensità, emerse dal lavoro con gli “attori sensibili” della compagnia, performer con disabilità cognitive e psichiche che affiancano gli altri attori di Lenz grazie alla consolidata collaborazione con il Dipartimento assistenziale integrato di salute mentale dell’Ausl di Parma.

“L’illusione”, “La follia”, “La morte” e “La luna” sono i titoli dei quattro episodi scenici di questa stratificata “imagoturgia di ottave”, uno schema di composizione visiva che procede parallelamente alla drammaturgia, mette a fuoco i personaggi, i particolari di corpi e di oggetti, e nell’insieme delinea lo scenario immaginifico e psichedelico dell’opera.  L’imagoturgia e la drammaturgia, assieme alle scene filmiche, sono curate da Francesco Pittito, invece i performer in scena sono Walter Bastiani, Frank Berzieri, Marco Cavellini, Massimiliano Cavezzi, Carlo Destro, Paolo Maccini, Delfina Rivieri, Carlotta Spaggiari, Barbara Voghera.

In questa composizione s’inserisce inoltre il disegno sonoro di Andrea Azzali, basato anch’esso su frammenti tematici ricomposti in una specie di mosaico sonoro e ispirati ad alcuni motivi della tetralogia wagneriana.

In accordo con la sua complessa struttura drammaturgica, l’intero progetto prevede una forma installativa per spazi non teatrali, dove la forma scenica si estende “orizzontalmente” e i singoli episodi della serie vengono realizzati in relazione “site specific” con gli ambienti che li ospitano. Per questa nuova installazione è stato scelto un palazzo imponente e già di per sé inquietante e spronante: il Tempio per la Cremazione di Valera, con tutti i suoi interni ed esterni, dal colonnato monumentale della facciata attraverso l’austera sala del commiato e la sala macchine del crematorio fino al cinerario, per l’occasione campo lunare dove si conclude il viaggio di Orlando.

La guerra, nell’Orlando Furioso, non è che un pretesto: a guerreggiare e a rincorrersi sono in realtà gli archetipi della psiche e del linguaggio, gli affetti e gli effetti del cervello umano. I nuclei drammatici fondamentali del poema ariostesco sono rappresentati dall’amore e dalla gelosia e quindi dalla follia di Orlando: follia che la compagnia Lenz, con il gusto del paradosso, traduce in una salutare quanto irrazionale e “furiosa” visione del teatro contemporaneo.

Informazioni

0521 270141

www.lenzfondazione.it

info@lenzfondazione.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/06/2016 — ultima modifica 06/06/2016
< archiviato sotto: , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it