martedì 30.05.2017
caricamento meteo
Sections

Grandezze & Meraviglie: musica antica, barocca e classica, suonata nei luoghi della storia

Il Festival musicale estense a Ferrara, Modena, Sassuolo, Vignola, Villa Sorra e Zocca, fino a dicembre
Grandezze & Meraviglie: musica antica, barocca e classica, suonata nei luoghi della storia

Grandezze & Meraviglie

Grandezze & Meraviglie, il più importante festival emiliano romagnolo di musica antica, barocca e classica, giunto ormai alla sua 19esima edizione, propone fino a dicembre un ricchissimo programma di concerti e numerose attività parallele: conferenze, lezioni-concerto per le scuole, proiezioni, masterclass musicali e un convegno internazionale.

Quest’anno, con il desiderio di valorizzare i territori estensi e il loro patrimonio musicale, il festival riunisce in un unico cartellone Modena e Ferrara. Alla capitale estense barocca si aggiunge quindi quella rinascimentale e così, tra Modena e Ferrara, ma anche a Sassuolo, Vignola, Villa Sorra e Zocca, si vuole sperimentare una circolazione più ampia del pubblico e un potenziamento dell’attrattività del territorio in termini di turismo culturale.

Dunque, musica dal vivo suonata nei luoghi storici che quindi offre una duplice riscoperta: quella del patrimonio architettonico e artistico e quella del patrimonio musicale delle notevolissime raccolte ducali. Con un approccio storicamente informato, dal momento che ogni concerto è frutto di un percorso di ricerca musicale, di studi sull’esecuzione e sull’interpretazione, ma anche un approccio innovativo, grazie al dialogo con il contemporaneo che rielabora gli antichi manoscritti con nuove idee musicali.

I temi principali di questa 19esima edizione del festival sono due. Il primo esplora l’esperienza musicale modenese legata alla famiglia Bononcini in rapporto con l’Europa, con due concerti della Masterclass “Bononcini & Corelli” che si terranno sabato 10 e domenica 11 settembre a Montecorone e Montombraro di Zocca, e una riflessione scientifica sull’influenza europea della musica estense in epoca barocca e sull’attuale tendenza della ricerca musicologica ad accostare gli studi e la prassi esecutiva. A questa riflessione sarà possibile assistere nell’ambito di una delle iniziative collaterali del festival, il convegno internazionale “I Bononcini, da Modena all’Europa (1666-1747), che si terrà da venerdì 2 a sabato 3 dicembre nella Chiesa di San Carlo di Modena.

Il secondo tema è legato alla ricorrenza dei cinquecento anni della pubblicazione dell’“Orlando Furioso”, celebrata con diversi concerti tra cui l’ultimo grande successo operistico di Händel,  il dramma musicale “Alcina”, che sarà eseguito in forma di concerto - domenica 25 settembre al Teatro Comunale di Ferrara - dai Solisti e l’Orchestra Barocca Lorenzo Da Ponte, assieme al Coro Polifonico di S. Spirito, con la direzione di Roberto Zarpellon.

Accanto ai concerti, sempre in omaggio a Ludovico Ariosto, il festival organizza un ciclo di conferenze dal taglio interdisciplinare e dal titolo “I linguaggi delle Arti: Le donne, i cavalier, le armi, gli amori”. Questi incontri, curati da Enrico Bellei e Sonia Cavicchioli, si terranno all’Università di Modena e vi interverranno esperti e ricercatori come la storica dell’arte Lucia Peruzzi, lo storico della letteratura Francesco Ferretti, lo sceneggiatore e regista Valentino Borgatti e la musicologa Carlida Steffan.

Ludovico Ariosto tornerà anche venerdì 21 ottobre, nella Rocca di Vignola, e sabato 22 ottobre, al Teatro Comunale di Ferrara, nel concerto “Settecento Furioso” che, attraverso una carrellata di arie vocali e musiche strumentali di Vivaldi e Händel, testimonia il successo plurisecolare dell’“Orlando Furioso”.

Un altro concerto estense immerso nel Rinascimento ferrarese è quello di venerdì 7 ottobre, al Palazzo Diamanti di Ferrara. È dedicato ai musicisti fiamminghi e italiani – come des Prez, Willaert, de Wert, de Rore, Luzzaschi, Frescobaldi – che alla Corte di Ferrara hanno soggiornato componendo capolavori vocali e strumentali conservati ora in splendidi manoscritti musicali della Biblioteca Estense. Questo repertorio virtuoso verrà eseguito dall’Ensemble Le Voci delle Grazie e replicato il giorno successivo, sabato 8 ottobre, nella Galleria Estense di Modena.

Informazioni

Associazione Musicale Estense
info@grandezzemeraviglie.it - www.grandezzemeraviglie.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/09/2016 — ultima modifica 05/09/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it