lunedì 11.12.2017
caricamento meteo
Sections

La Sagra Musicale Malatestiana è a Rimini da agosto a ottobre

Tra gli ospiti della 67a edizione Martha Argerich, Valery Gergiev e Stefano Bollani
La Sagra Musicale Malatestiana è a Rimini da agosto a ottobre

Sagra Musicale Malatestiana

È giunta alla sua 67a edizione la Sagra Musicale Malatestiana, una delle più antiche e prestigiose rassegne musicali italiane che anche quest’anno, ospiterà concerti di grandi orchestre sinfoniche, maratone pianistiche, teatro musicale e progetti speciali. Il primo appuntamento è il 12 agosto, a Santarcangelo, nell’ambito della sezione collaterale Concerti della domenica, dove si esibirà il pianista riminese Enrico Pace accompagnato da Sun Wong Yang al violoncello.

 

L’inaugurazione dei Concerti Sinfonici (30 agosto - 13 settembre), da sempre cuore della rassegna, è affidata alla bacchetta del carismatico direttore canadese Yannik Nézet-Séguin, che a Rimini dirigerà la Rotterdam Philharmonic Orchestra, e al talento dei fratelli Renaud e Gautier Capuçon, rispettivamente violino e violoncello, per un doppio concerto dedicato a Brahms e Mahler. L’appuntamento è per mercoledì 30 agosto, nel Nuovo Palacongressi di Rimini, dove si terranno anche tutti gli altri concerti sinfonici.

Consacrato interamente alla musica russa, è il concerto affidato al carisma di Valery Gergiev, che torna a Rimini domenica 4 settembre alla testa dell’Orchestra del Teatro Marinskij. In programma la suite da “Romeo e Giulietta”, la “Quinta Sinfonia” di Prokof’ev e le celebri “Variazioni su un tema rococò” di Čajkovskij. Sul palco anche il giovanissimo solista vincitore dell’edizione 2016 del Premio Čajkovskij, Alexander Buzlov.

Impegnato nella celeberrima “Rhapsody in Blue” di Gerswhin, il talento eclettico di Stefano Bollani condivide il palco, mercoledì 7 settembre, con la più antica orchestra radiofonica tedesca, la MDR Sinfonieorchester, affidata alla direzione di Kristjan Järvi.

Venerdì 9 settembre è la volta della leggendaria pianista Martha Argerich, che si esibisce con i giovani musicisti della Youth Orchestra of Bahia diretti da Ricardo Castro. Argerich eseguirà il funambolico terzo Concerto per pianoforte di Prokof’ev e, affiancata della giovanissima Theodosia Ntokou, il Concerto per due pianoforti di Poulen.

A chiudere gli appuntamenti sinfonici, martedì 13 settembre, torna a Rimini l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI con un programma ancora tutto russo aperto da una rarità sinfonica di Ščedrin, a cui seguirà il “Secondo Concerto” di Rachmaninov e la suggestiva “Shéhérazade” di Rimskij-Korsakov. Sul podio l’ispirato Dmitrij Kitajenko e, al pianoforte, Simon Trpčeski.

 

“Aminta/Orfeo”, la nuova produzione dedicata al mito di Orfeo e alle origini del melodramma è il frutto dell’invito a confrontarsi con forme sempre diverse di teatro musicale che, anche per questa edizione, la Sagra Musicale Malatestiana ha rivolto a giovani artisti/ricercatori. Affidata interamente alla visionarietà di due giovani video-artisti, Daniele Spanò e Luca Brinchi – che si avvalgono della collaborazione drammaturgica di Erika Galli e Martina Ruggeri del collettivo Industria Indipendente, con il coinvolgimento dei cantanti e dei musicisti dell’Ensemble Arte Musica diretti da Francesco Cera –  la nuova produzione fa rivivere lo spettacolo allestito a Firenze esattamente quattro secoli fa. Allora, cinque intermezzi musicali composti da Domenico Belli e ispirati al mito di Orfeo venivano proposti come altrettanti “intervalli” della rappresentazione dei cinque atti della favola pastorale di Torquato Tasso, “Aminta”. Oggi, “Aminta/Orfeo”, in prima rappresentazione in tempi moderni venerdì 23 e sabato 24 settembre, nella sala Pamphili del Complesso degli Agostinani di Rimini, ripropone lo scenario fiabesco di Aminta accompagnato dalla seicentesca partitura del dolente Orfeo, nel contrappunto visivo e sonoro dell’originaria alternanza fra la poesia di Tasso e la musica di Belli e con l’impiego degli strumenti originali barocchi.

 

Alla figura di Rameau e all’influenza della musica francese in Europa saranno dedicati quattro appuntamenti, tra cui il concerto di Elena Sartori, martedì 23 agosto, consacrato alle musiche per tastiera di Rameau, e il concerto di Theresia Youth Baroque Orchestra, giovedì 25 agosto, per le musiche tratte dal balletto “Don Juan di Gluck e dall’opera “Enea a Cartagine” di Kraus, composizioni entrambe influenzate dal modello delle “tragédies lyriques” di Rameau. Venerdì 2 settembre invece, nella Chiesa del Suffragio, con il concerto dell’Ensemble Melodi Cantores e dell’orchestra barocca Harmonicus Concentus - con Elena Sartori al clavicembalo - l’itinerario promosso dalla Sagra toccherà i vertici della musica sacra barocca proponendo il “Te Deum” di Lully e una selezione dai “Grands Motets” di Rameau.

Questo originale viaggio nella musica barocca anticipa l’uscita di un film-concerto: “Zoroastro, Io Casanova”, girato lo scorso ottobre negli spazi del Teatro Galli di Rimini con la regia di Gianni di Capua e la partecipazione di Galatea Ranzi. Prodotto dal BLIQ, Kublai e Comune di Rimini in collaborazione con la Sagra Musicale Malatestiana, il film è basato sulla “tragédie lyrique” di Louis de Cahusac e Jean-Philippe Rameau ed intreccia la partitura di Rameau con una singolare selezione di testi casanoviani tratti dalla traduzione in italiano del libretto di Cahusac. A Rimini il film verrà proiettato in anteprima il 27 ottobre.

 

Tra numerose iniziative e ancora più numerosi appuntamenti, in cartellone anche una Maratona Stockhausen con l’esecuzione dei “Klavierstücke” composti da Karlheinz Stockhausen, uno tra i più visionari geni musicali del ventesimo secolo. Sarà una giovane pianista, Vanessa Benelli Mosell, ad affrontare l’opera del compositore tedesco, sabato 1 ottobre, al Complesso degli Agostiniani.


Informazioni

http://www.sagramusicalemalatestiana.it/

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/08/2016 — ultima modifica 11/08/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it