mercoledì 23.08.2017
caricamento meteo
Sections

Manzoni Factory chiude la programmazione con la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna

Il concerto del 15 giugno è dedicato alla memoria dell’indimenticabile direttore Georges Prêtre
Manzoni Factory chiude la programmazione con la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna

Mischa Maisky

Proseguono i concerti della Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, inseriti nella Stagione Manzoni Factory diretta dal M° Giorgio Zagnoni. Gli appuntamenti di musica classica, tanto amati dal pubblico del Manzoni, acquisiscono di anno in anno un numero sempre più alto di abbonati, confermando l'incredibile consenso da parte di spettatori di ogni età provenienti da tutt’Italia e dall’estero.

Giovedì 15 giugno 2017 si chiude la stagione 2016/2017 del Manzoni Factory, con un concerto della Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna, diretta da Mischa Damev, brillante pianista, di origini Franco-Bulgara, che ha avuto il privilegio di studiare direzione a Vienna con Karl Österreicher. La serata sarà dedicata alla memoria dell’indimenticabile direttore Georges Prêtre, recentemente scomparso, che avrebbe dovuto dirigere questo concerto. Altro grande protagonista della serata sarà Mischa Maisky, brillante violoncellista che ha studiato con Mstislav Rostropovich e Gregor Piatigorsky.

Il programma propone le più suggestive pagine orchestrali di compositori francesi fin dall’apertura, con ilPrélude à l'après-midi d'un faune” di Claude Debussy, brano famosissimo e popolare, ispirato a una poesia di Stephane Mallarmé. Il violoncello di Mischa Maisky sarà poi protagonista nell’ “Elegia in do minore per violoncello e orchestra, op. 24” di Gabriel Fauré, brano ispirato a un lirismo profondo, dove il lamento espressivo dello strumento diviene una sorta di preghiera per ricordare il grande Maestro Georges Prêtre. Segue, per violoncello solista, il “Concerto n. 1 in la minore per violoncello e orchestra”, op. 33 di Camille Saint-Saëns, uno dei banchi di prova più rappresentativi per un violoncellista virtuoso.

In primo piano poi l’Orchestra con la nota Suite da "Carmen" di George Bizet, realizzata da Ernest Guiraud. Per l’occasione il Direttore ha scelto di eseguire una combinazione di 8 brani tratti sia dalla prima che dalla seconda Suite. A chiusura del concerto non poteva mancare un caposaldo della musica francese, il celeberrimo “Bolero” di Maurice Ravel, che conclude la serata in un progressivo crescendo, dal pianissmo al fortissimo, basato su diverse "terrazze" sonore, ciascuna delle quali si distingue per l'aggiunta di nuovi strumenti, sia nella linea melodica che nel supporto ritmico.

 

Il programma su

www.auditoriumanzoni.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/06/2017 — ultima modifica 13/06/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it