sabato 19.08.2017
caricamento meteo
Sections

Christian Boltanski: Anime. Di luogo in luogo

Parte dal MAMbo il progetto speciale che l’artista dedica a Bologna. Fino al 12 novembre

La mostra “Anime. Di luogo in luogo”, in corso al MAMbo fino al 12 novembre 2017, è il nucleo centrale di un progetto speciale che l’artista francese di fama internazionale dedica alla città di Bologna, articolato in diversi interventi in più luoghi della città (tra cui il l’ex bunker polveriera nel Giardino Lunetta Gamberini e l'ex parcheggio Giuriolo). Il progetto, curato da Danilo Eccher, è promosso da Comune di Bologna - Area Cultura e Rapporti con l'Università e Istituzione Bologna Musei - e Emilia-Romagna Teatro Fondazione, in collaborazione con Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e Regione Emilia-Romagna.
Quella del MAMbo  è la più ampia antologica dedicata all’artista mai organizzata in Italia e consolida il sodalizio tra la città e Boltanski, protagonista esattamente vent’anni fa di una mostra a Villa delle Rose e soprattutto autore dell’installazione realizzata con i resti dell’aereo al Museo della Memoria di Ustica.
Al MAMbo sono presenti 25 opere, tra cui due esposte per la prima volta in Europa, “Volver” e “Animitas (blanc)”. E’ un percorso “iniziatico” quello che ci propone l’allestimento, che ha una partenza e un arrivo, e ripercorre l’intera poetica dell’artista. Si entra in una sala buia, alle pareti specchi neri, e una luce che si accende e spegne seguendo il battito cardiaco dell’artista. Attraversato il suo volto proiettato sulla tenda, entriamo nella grande sala-cattedrale del museo occupata dalla struttura labirintica dell’installazione “Regards”: immagini sfocate di occhi stampati su un tessuto trasparente di grande formato. Al centro “Volver”, una montagna di sette metri che sembra ricoperta d’oro: in realtà è un ammasso di coperte isotermiche dorate, materiali che richiamano le drammatiche immagini dei primi soccorsi prestati a migranti o alle vittime di attacchi terroristici. Ai lati altre installazioni con luci e immagini fotografiche, mucchi disordinati di abiti usati, neon. Il tutto nella penombra che ci conduce all’approdo finale, nella sala che possiamo considerare l’abside di questo spazio-cattedrale. E’ l’installazione “Animitas”: nel video che occupa tutta la grande parete si vede un luogo calmo, pieno di luce bianca, irreale, dove risuonano tanti campanellini legati ad esili pali metallici. Per terra un prato, fatto con erba e fiori veri, “una possibile visione dell’aldilà, dopo la morte”, ci spiega l’artista. Sicuramente un luogo dove perdersi, almeno per qualche minuto.

MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna - Via Don Minzoni, 14
dal 26 giugno al 12 novembre 2017

Orari: martedì, mercoledì, domenica e festivi h 10.00 - 18.00 giovedì, venerdì e sabato h 10.00 - 19.00
Tutte le info sul sito internet

Per approfondire:
www.anime-boltanski.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/07/2017 — ultima modifica 12/07/2017
< archiviato sotto: , >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it