lunedì 11.12.2017
caricamento meteo
Sections

“Parsons Dance”, il ciclone americano della danza post-moderna

Repertorio classico e anteprime europee. A Parma, Bologna e Cesena, dal 21 al 28 marzo
“Parsons Dance”, il ciclone americano della danza post-moderna

Parsons Dance Company - foto Lois Greenfield

A grande richiesta è tornata in Italia “Parsons Dance”, la compagnia americana amata dal pubblico per la sua danza trascinante che punta dritta all’emozione, trasmette vitalità e gioia di vivere e incarna alla perfezione la forza dirompente dell’arte coreutica acrobatica e comunicativa al tempo stesso, carica di energia e positività. Nel corso di questo nuovo spettacolare tour nelle maggiori città italiane, la compagnia si fermerà al Teatro Regio di Parma, martedì 21 marzo alle 20.30, al Teatro Il Celebrazioni di Bologna, venerdì 24 e sabato 25 marzo alle 21.00, e al Teatro Alessandro Bonci di Cesena, martedì 28 marzo, sempre alle 21.00.

Nata dal genio creativo dell’eclettico coreografo David Parsons, The Parsons Dance Company è tra le poche compagnie che, oltre ad essersi affermate sulla scena internazionale con successo sempre rinnovato, sono riuscite a lasciare un segno nell’immaginario teatrale collettivo e a creare coreografie divenute veri e propri “cult” della danza mondiale. I loro show sono sempre richiestissimi e sono già andati in scena nei più importanti teatri e festival in tutto il mondo (più di 70 produzioni esibite in quasi quattrocento città di 22 paesi e cinque continenti). Sin dagli esordi l’elevata preparazione atletica degli interpreti e la grande capacità di David Parsons di dare anima alla tecnica sono state gli elementi distintivi della compagnia, oggi considerata ormai un caposaldo della danza post-moderna made in Usa, che può mixare a piacimento tecniche e stili, per ottenere effetti magici e teatrali, ariosi e virtuosistici, creativi e divertenti. Come ha scritto il “New York Times”, i ballerini della Parsons Dance “attaccano il pubblico come un ciclone, una vera forza della natura”. Nel cast, composto da giovani talenti, anche l'italiana Elena D'Amario, ex stella di “Amici”.

Il programma del tour e delle serate emiliano-romagnole, prodotto da BaGS Entertainment, include la celebre e richiestissima “Caught” (“Preso/catturato”, coreografia del 1982 che David Parsons creò per se stesso), hit della modern dance definita dalla critica “una delle più grandi coreografie degli ultimi tempi”. E’ un vitalissimo assolo su musiche di Robert Fripp nel quale il danzatore sembra sospeso in aria grazie ad un gioco di luci stroboscopiche.

A fianco di “Caught” e altri tre classici dai ritmi vibranti e coreografie avvolgenti e colorate del repertorio di David Parsons - “Union” (su musiche di John Corigliano), “Hand dance” (con l’arrangiamento musicale di Kenji Bunch) e “In the end” (su musiche di Dave Matthews Band) - la compagnia presenta in anteprima europea altri due brani originali: “Finding Center”, su musiche di Thomas Newman, e “Unexpected together”, coreografia creata da Parsons assieme a Ephrat Asherie su partitura originale di Marty Beller.

Fondamentale per questa compagnia/simbolo dell'american modern dance resta il ruolo del light designer Howell Binkley (vincitore di un Tony Award per lo spettacolo“Hamilton”, di Broadway), che esalta con fantasia e immaginazione le performance della compagnia.

 

Informazioni:

www.parsonsdance.org

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/03/2017 — ultima modifica 10/03/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it