sabato 16.12.2017
caricamento meteo
Sections

Internazionale a Ferrara 2017

Dal 29 settembre all’1 ottobre il mondo si dà appuntamento nel capoluogo estense per confrontarsi su informazione, attualità, economia e arte
Internazionale a Ferrara 2017

Festival Internazionale 2017

Forte delle oltre settantamila presenze dell’edizione 2016, torna a Ferrara il Festival di “Internazionale”, la testata che pubblica ogni giorno online, e ogni settimana su carta, i contributi ritenuti più interessanti tra quelli offerti dai giornali di tutto il mondo. Appuntamento dal 29 settembre all’1 ottobre 2017 in varie sedi del centro storico estense.

La prospettiva, intesa come lungimiranza e capacità di osservare la realtà da diversi punti di vista, è il filo conduttore di questa undicesima edizione. In programma: 130 incontri, 16 workshop e 12 laboratori per bambini, con ospiti provenienti da 40 testate giornalistiche e altrettanti paesi. Gli incontri sono a ingresso libero, senza prenotazione (per alcuni è necessario premunirsi di un tagliando). Tra i tanti eventi di richiamo se ne segnalano alcuni, rimandando per tutti gli altri al programma completo.

Lo scrittore indiano Amitav Ghosh presenterà il suo ultimo lavoro, La grande cecità, sull’incapacità della letteratura di denunciare le conseguenze del cambiamento climatico (venerdì 29 settembre, ore 19, Sala Estense).

Come sono cambiate la vita privata e la sfera sessuale delle società mediorientali dopo la stagione delle rivolte arabe sarà invece il tema su cui si confronteranno la giornalista Shereen El Feki, lo scrittore libanese Saleem Haddad e i registi egiziani Nada Riyadh e Aymman El Amir (sabato 30 settembre, ore 14.30, Teatro Comunale).

Il graphic novelist canadese Guy Delisle, autore di “Fuggire”, sulla lunga prigionia in Cecenia di un collaboratore di “Medici senza frontiere”, dialogherà con l’autore di fumetti italiano Zerocalcare (sabato 30 settembre, ore 17, Teatro Comunale).

Il futuro dell’informazione è veramente online? Cercheranno di rispondere il direttore di Internazionale Giovanni De Mauro e Iris Chyi, docente di nuovi media in Texas e autrice di una ricerca sul modo in cui i giornali statunitensi hanno utilizzato il web tra strategie ingannevoli e fallimenti (domenica 1 ottobre, ore 10.30, Sala Estense).

L’Eritrea, ex colonia italiana e luogo di provenienza di molti migranti, sta diventando uno degli stati più isolati del mondo, tanto da essere definito la “Corea del Nord africana”: ne parleranno lo scrittore Sulaiman Addonia, il sarcedote Mussie Zerai e Meron Estefanos, attivista per i diritti umani e conduttrice della trasmissione radiofonica “Voices of eritrean refugees”, nata per dare supporto ai migranti in pericolo (domenica 1 ottobre, ore 14, Cinema Apollo).

Il confine tra Messico e Stati uniti sarà al centro dell’incontro tra la studiosa messicana Alexandra Délano Alonso, Shane Bauer, giornalista d’inchiesta che si è infiltrato nelle prigioni private statunitensi, e Óscar Martínez, autore del libro “La bestia”, in cui racconta le storie dei migranti che attraversano il centroamerica (domenica 1 ottobre, ore 14.30, Teatro Nuovo).

Di fronte a movimenti xenofobi, populismi e protezionismi occorre la giusta distanza per analizzare i fatti e leggere gli eventi senza paura, per immaginare soluzioni rispettose dei diritti umani, per misurare le distanze tra chi sta peggio e chi meglio, e per individuare modelli economici più inclusivi: sono alcuni degli spunti di partenza dell’incontro conclusivo del festival tra il giornalista statunitense Adam Shatz, lo studioso francese Olivier Roy e lo scrittore indiano Pankaj Mishra, autore del libro “The age of anger” (domenica 1 ottobre, ore 16.30, Teatro Comunale).

Con il supporto di Arci Nazionale, anche quest’anno sarà assegnato il premio Anna Politkovskaja per il giornalismo d’inchiesta. Il vincitore della nona edizione è il giornalista turco Can Dündar, che si è distinto per le inchieste sul coinvolgimento diretto del suo paese nella questione siriana e che parlerà anche a nome degli oltre 150 giornalisti incarcerati solo nell’ultimo anno in Turchia.

Tra le rassegne si segnalano gli appuntamenti con i grandi documentari inediti di “Mondovisioni”, a cura di CineAgenzia, e gli audiodocumentari “Mondoascolti”, a cura di Jonathan Zenti.

“Internazionale a Ferrara” è promosso da “Internazionale”, Comune di Ferrara, Regione Emilia-Romagna, Università degli studi di Ferrara, Città Teatro, Ferrara Terra e Acqua, Comune di Portomaggiore, ARCI Ferrara, associazione “IF” e ANCI.

Programma completo: www.internazionale.it/festival/programma.

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/09/2017 — ultima modifica 28/09/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it